6 Acqua pulita e igiene

Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell'acqua e delle strutture igienico-sanitarie.

Il diritto all'acqua è uno dei diritti umani fondamentali, e come la maggior parte degli Obiettivi, anche il Goal 6 è necessariamente interrelato con gli altri, per cui si rende indispensabile il suo raggiungimento per un futuro equo e sostenibile. In tutto il mondo, le conseguenze della mancanza o scarsità di acqua (siccità), o della mancanza di servizi sanitari adeguati, hanno effetti sulla sicurezza alimentare, sulla salute e sulle possibilità di istruzione e sviluppo delle persone.

Ad oggi, 3 miliardi di persone non dispongono di servizi igienici di base, come toilette o latrine, mentre 3 persone su 10 non hanno accesso all'acqua potabile. Nel pieno dell'emergenza sanitaria che sta colpendo la popolazione mondiale, per cui ci viene indicato di lavare spesso le mani in modo accurato per ridurre i rischi di contagio, è importante ricordare che purtroppo 2 persone su 5 al mondo non dispongono di acqua corrente e sapone in casa.

Target
6.1
Entro il 2030, conseguire l'accesso universale ed equo all'acqua potabile sicura e alla portata di tutti;

6.2 Entro il 2030, raggiungere un adeguato ed equo accesso ai servizi igienico-sanitari e di igiene per tutti ed eliminare la defecazione all'aperto, con particolare attenzione ai bisogni delle donne e delle ragazze e di coloro che si trovano in situazioni vulnerabili;

6.3 Entro il 2030, migliorare la qualità dell'acqua riducendo l'inquinamento, eliminando le pratiche di scarico non controllato e riducendo al minimo il rilascio di sostanze chimiche e materiali pericolosi, dimezzare la percentuale di acque reflue non trattate e aumentare sostanzialmente il riciclaggio e il riutilizzo sicuro a livello globale;

6.4 Entro il 2030, aumentare sostanzialmente l'efficienza idrica da utilizzare in tutti i settori e assicurare prelievi e fornitura di acqua dolce per affrontare la scarsità d'acqua e ridurre in modo sostanziale il numero delle persone che soffrono di scarsità d'acqua;

6.5 Entro il 2030, attuare la gestione integrata delle risorse idriche a tutti i livelli, anche attraverso la cooperazione transfrontaliera a seconda dei casi;

6.6 Entro il 2020, proteggere e ripristinare gli ecosistemi legati all'acqua, tra cui montagne, foreste, zone umide, fiumi, falde acquifere e laghi;

6.a Entro il 2030, ampliare la cooperazione internazionale e la creazione di capacità di supporto a sostegno dei paesi in via di sviluppo in materia di acqua e servizi igienico-sanitari legati, tra cui i sistemi di raccolta dell'acqua, la desalinizzazione, l'efficienza idrica, il trattamento delle acque reflue, le tecnologie per il riciclo e il riutilizzo;

6.b Sostenere e rafforzare la partecipazione delle comunità locali nel miglioramento della gestione idrica e fognaria.

 

Le parole degli studenti al Villaggio
Nelle passate edizioni del Villaggio per la Terra, gli studenti coinvolti nell'animazione delle 17 piazze tematiche di Villa Borghese hanno scelto dei concetti chiave con cui esprimere, trasmettere e comunicare il proprio obiettivo. In attesa di scoprire cosa uscirà quest'anno, queste sono le parole scelte dei ragazzi delle scorse edizioni:

 

Villaggio per la terra 2018: bisogno primario, sicurezza, uso consapevole, cooperazione


 

Villaggio per la terra 2019: limitare gli sprechi, utilizzo intelligente dell'acqua

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti