5 Uguaglianza di genere

Raggiungere l'uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze.

Se il principio "leave no one behind" dell'Agenda 2030 vuole avere un significato che vada al di là del semplice motto, allora non si può prescindere dal considerare tra gli obiettivi fondamentali per un futuro più sostenibile il raggiungimento dell'uguaglianza di genere. Dalle analisi condotte in diverse regioni del mondo, infatti, le disuguaglianze economiche, così come etniche, si assommano a quelle di genere, causando per molte donne e ragazze disparità nelle possibilità non solo di accesso a educazione e servizi base, ma anche solo di poter godere degli stessi diritti umani basilari di uomini nella loro stessa condizione (UN Women, 2019, Progress on the Sustainable Development Goals – The Gender Snapshot, p. 4).

Le disuguaglianze si stanno riducendo, ma esistono ancora. Nel mondo, il 35% delle donne in età tra I 15 e I 49 anni ha subito una qualche forma di violenza fisica e/o sessuale da parte del partner o di altre persone. Inoltre, anche se le donne rappresentato il 39% della forza lavoro globale, esse ricoprono solo il 27% delle posizioni manageriali.

 

Target
5.1 Porre fine a ogni forma di discriminazione nei confronti di tutte le donne, bambine e ragazze in ogni parte del mondo;

5.2 Eliminare ogni forma di violenza contro tutte le donne, bambine e ragazze nella sfera pubblica e privata, incluso il traffico a fini di prostituzione, lo sfruttamento sessuale e altri tipi di sfruttamento;

5.3 Eliminare tutte le pratiche nocive, come il matrimonio delle bambine, forzato e combinato, e le mutilazioni dei genitali femminili;

5.4 Riconoscere e valorizzare il lavoro di cura e il lavoro domestico non retribuiti tramite la fornitura di servizi pubblici, infrastrutture e politiche di protezione sociale e la promozione della responsabilità condivisa all'interno del nucleo familiare, secondo le caratteristiche nazionali;

5.5 Garantire alle donne la piena ed effettiva partecipazione e pari opportunità di leadership a tutti i livelli del processo decisionale nella vita politica, economica e pubblica;

5.6 Garantire l'accesso universale alla salute sessuale e riproduttiva e ai diritti riproduttivi, come concordato in base al "Programma d'azione della Conferenza Internazionale sulla Popolazione e lo Sviluppo" e la "Piattaforma di Azione di Pechino" ed ai documenti finali delle conferenze di revisione;

5.a Avviare riforme per dare alle donne pari diritti di accesso alle risorse economiche, come l'accesso alla proprietà e al controllo della terra e altre forme di proprietà, servizi finanziari, eredità e risorse naturali, in accordo con le leggi nazionali;

5.b Migliorare l'uso della tecnologia che può aiutare il lavoro delle donne, in particolare la tecnologia dell'informazione e della comunicazione, per promuovere l'empowerment, ossia la forza, l'autostima, la consapevolezza delle donne;

5.c Adottare e rafforzare politiche concrete e leggi applicabili per la promozione dell'eguaglianza di genere e l'empowerment, ossia la forza, l'autostima, la consapevolezza, di tutte le donne, bambine e ragazze a tutti i livelli.

 

Le parole degli studenti al Villaggio
Nelle passate edizioni del Villaggio per la Terra, gli studenti coinvolti nell'animazione delle 17 piazze tematiche di Villa Borghese hanno scelto dei concetti chiave con cui esprimere, trasmettere e comunicare il proprio obiettivo. In attesa di scoprire cosa uscirà quest'anno, queste sono le parole scelte dei ragazzi delle scorse edizioni:

 

Villaggio per la terra 2018: riforma, partecipazione, valorizzazione


 

Villaggio per la terra 2019: equità opportunità, emancipazione

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti