Economia circolare nella gestione dei rifiuti urbani: il caso di Brescia e la centralità della comunicazione

09 novembre 2017

A cura di: A2A, Università degli Studi di Brescia, Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Brescia)

Nel corso del 2017 è stato completato il programma di introduzione della raccolta porta a porta e a cassonetti con calotta per i quartieri urbani della città di Brescia. Nel contempo si sta cercando di ottimizzare tutti i segmenti del sistema di gestione, fino al recupero delle risorse materiali ed energetiche. Per seguire e valutare l’intero processo e per dare una corretta ed esaustiva comunicazione alla cittadinanza è stato istituito un Tavolo di Lavoro che vede la compartecipazione di A2A e delle due Università cittadine (Statale e Cattolica), che mettono in campo diverse competenze: dall’ingegneria sanitaria-ambientale, per l’analisi di sistema, alla sociologia economica e alla politica economica, per una visione d’insieme e una analisi degli aspetti sociali. Da una parte, quindi, si è proceduto ad una analisi tecnico-economica approfondita del “sistema Brescia” in relazione allo stato dell’arte internazionale. Dall’altra parte si sono messi in atto idonei strumenti per una corretta attività di comunicazione/informazione della popolazione, finalizzata anche a conseguire una maggiore e consapevole compartecipazione dei cittadini.

Targeted Audience: ricercatori, addetti alla comunicazione, responsabili di aziende multiservizi, responsabili della definizione delle politiche di gestione dei rifiuti urbani, professionisti, gestori, progettisti e costruttori di impianti di trattamento rifiuti

Scopri il programma